Perché Travel Blogger

Karen P.

Ricomincio da me

Voi penserete che quello che sto per scrivere ha un non so che di strano o insensato, ma la verità è che la maggior parte di noi vive oggi dando importanza a quello che sto per scrivervi. Poi ci sono quelle persone a cui non interessa e non è mai interessato nulla, e sapete che vi dico, beate loro, sono riuscite a non farsi risucchiare da un sistema che ha cambiato a parer mio, il nostro modo di vivere e di pensare!!

Tutto incomincia con una foto su Instagram, su Facebook o un video su TikTok, io ho incominciato con una foto su Instagram, era il 16 agosto del 2017 ero a Bali, e postai una foto che mi portò più di 2700 like. All'ora avevo appena duemila follower, e per me fu una sorpresa ricevere tutti quei like!

Ricordo che mi svegliai e appena accesi il cellulare vidi quel numero sotto il mio post e pensai, allora ciò che condivido piace, ero euforica, stavo diventando una Travel Blogger senza accorgermene...

Ero in un periodo della mia vita abbastanza confuso, momenti che capitano a chiunque, quei passaggi nella vita in cui non sai bene quale direzione prendere. Ero a Ubud con mio marito Lorenzo, che amo e stimo più di ogni altra persona al mondo, lui aveva capito come mi sentivo in quel momento, tant'è che decidemmo di andare a parlare con un santone, il famoso Ketut Liyer, che molti di voi conosceranno per il film di Julia Roberts "Mangia Prega e Ama". Ricordo che il figlio di Ketut mi disse che da lì a poco la mia vita avrebbe preso una strada diversa, e che sarei stata felice di ciò che avrei vissuto, ma che dovevo avere tanta pazienza.

Andammo via da lì con le lacrime agli occhi e il cuore pieno di gioia, ma sopratutto più leggeri, non so spiegarvi, ma tutto sembrava potesse andare bene da lì in poi.

E così fu!

Ketut Lyers Bali

 Ketut Lyers

Tornati a casa a Roma, Lorenzo mi spinse a scrivere dei miei viaggi su un blog che avrei aperto da lì a pochi mesi, infatti il 14 febbraio del 2018, Spoonfultravels fu messo in rete! Spoofultravels perché amo collezionare cucchiaini in giro per il mondo, e ho pensato che sarebbe stato carino come nome, infatti piacque molto! Ora voi penserete che sono strana perché vi sto scrivendo tutto questo, ma la realtà è che ciò che sto scrivendo lo sto scrivendo innanzitutto per me, e poi per voi! Se mi state leggendo è perché probabilmente in tutti questi anni vi siete affezionati a me e al mio modo di condividere i miei viaggi, o forse solo per semplice curiosità, la verità è che da quel 14 febbraio ad oggi è successo di tutto!!

E' successo anche che sono realmente diventata una Travel Blogger, ed è vero io non avrei mai voluto diventare un influencer, tanto meno una Travel Blogger, infatti ad oggi non mi definisco cosi e non voglio definirmi tale, sono una viaggiatrice che ama viaggiare, condividere i suoi viaggi raccontandoli, influenzando senza volerlo, chi mi segue... mmm forse sono una Travel Blogger, ma continuo a non voler essere chiamata così 🙂 !

Fino al 21 febbraio del 2020 ho viaggiato ininterrottamente, in lungo e largo da sola, in compagnia e soprattutto con mio marito, ho condiviso storie, video, post e articoli. Era spontaneo per me condividere sui social e sul mio blog i miei viaggi. In tanti hanno tratto ispirazione dai miei viaggi, e questo ancora oggi accade e mi viene da piangere, credetemi, perché a un certo punto mi sono bloccata e questo mi fa così incazzare. Proprio prima di iniziare a scrivere stavo parlando  con una ragazza che mi stava chiedendo informazioni sui miei viaggi in Thailandia... 

Maledetto covid. Ma poi mi chiedo, davvero è stata colpa del covid? O è solo una scusa? Chi tra di voi si è sentito come me? Non è stato facile, diciamocelo! Non immaginate quanto io stimi tutte le persone che nonostante tutto, hanno continuato a lavorare con i loro blog e hanno continuato a condividere bellezza e ammiro chi è riuscito a reinventarsi, dico davvero siete stati dei grandi! Io invece No!!! Bloccata, completamente bloccata. Che poi ho continuato a viaggiare e lavorare con il mio blog, ma niente la mia mente era altrove non chiedetemi dove, perché ancora oggi non ho capito cos'è successo a un certo punto di quel 2020  maledetto!

Fatto sta che a un certo punto bisogna svegliarsi e ricominciare a capire cosa fare con questa vita, che corre più veloce della luce e non ti da neanche il tempo di pensare a cosa è giusto e cosa è sbagliato!

Voglio raccontarvi una cosa che mi è successa quando avevo circa 17 anni, qualcosa che mi aiutò tantissimo e che sono certa può aiutare tante di voi che mi stanno leggendo... Mi ero appena lasciata con il mio primo fidanzatino, ero a pezzi e una signora amica di mia madre che incontrai un pomeriggio sotto casa dei miei, vedendomi così giù, mi invitò a casa sua per un caffè. Parlammo per più di due ore, e prima di salutarci mi disse:

Sai che devi fare Karen, domani fermati da un fioraio e compra una rosa, non è importante di che colore sia, basta che sia per te la più bella, comprala e portala a casa, mettila subito in un vaso e posizionala vicino allo specchio dove ti guardi tutti i giorni prima di uscire; curala come se fossi tu quella rosa, e quando sta per appassire non buttarla mettila sottosopra al buio e falla essiccare, poi esci e vai a comprarne un'altra. Fai questo fino a quando la stima nei tuoi confronti non tornerà! Devi amarti Karen, solo così potrai amare e vivere serena!

Funzionò!

Se ve lo state chiedendo, compari rose per circa un paio di mesi!

Non che oggi mi senti come allora, assolutamente, oggi ho un marito che mi ama, due cuccioli che sono per me i miei bimbi pelosi, una bella casa e una famiglia unita. E' solo che a volte nonostante tutto intorno a te sia perfetto, devi capire cosa fare con il tuo tempo e pensare a ciò che ti rende felice. Per chi non lo sapesse per più di 15 anni ho insegnato in palestra, ebbene si ero un'istruttrice di fitness amavo il mio lavoro, poi tutto è finito, mi feci male alla caviglia sinistra e dovetti stare ferma per parecchio tempo, fu così che piano piano scelsi di intraprendere un'altra strada.

E prima di incominciare a viaggiare ininterrottamente, per parecchi anni io e Lorenzo provammo ad avere un bimbo, ma niente non è mai arrivato. E sapete cosa voglio dirvi, che vorrei scrivere un libro al riguardo, vorrei scrivere della nostra storia e di tutto ciò che abbiamo fatto e provato per avere un bimbo che non è mai arrivato. Perché non va sempre bene, non c'è sempre un lieto fine, ma Noi il nostro lieto fine ce lo siamo creato e mi piacerebbe aiutare attraverso la nostra storia, tante tante coppie, che stanno passando quello che abbiamo passato noi!

E poi abbiamo incominciato a viaggiare, avevamo messo tutto il nostro tempo a disposizione di analisi, ospedali e visite, senza mai avere un risultato positivo, a un certo punto ci siamo detti, LA VITA E' UNA godiamocela e se verrà, arriverà, senno amen!

Ho sempre amato scrivere, amo raccontare, ed emozionare. E qui torniamo al perché ho iniziato a scrivere questo "articolo"!

Instagram e il mio blog, mi sono allontanata perché non sapevo più come gestirli, Instagram mi stava risucchiando, a un certo punto ho avuto proprio una repulsione verso Instagram. Tutti hanno incominciato a dare informazioni sui viaggi, tutti hanno incominciato a fare stories e Reels, è si perché poi sono arrivati anche i Reels, ormai tutti uno uguale all'altro e c'è stato proprio qualcosa che mi ha allontanato da tutto questo! Poi viaggiavo e nei tragitti in macchina tra una destinazione e l'altra, avevo sempre la testa china sul cellulare, perché dovevo condividere, ma la realtà è che mi stavo perdendo tutto ciò che di bello il viaggio aveva da offrirmi!

Passavo le notti a creare contenuti per Instagram, dormendo così poche ore che non riuscivo a ricaricare l'energie per vivermi appieno il giorno successivo. Allora a un certo punto ho detto basta! 

Poi un amico in un giorno qualunque di dicembre (ieri) mi manda un vocale di 5 minuti, dove ogni parola ha un senso e come per magia quella nuvola che non mi dava modo di capire cosa volessi fare della mia vita, svanisce. Ed eccoci qua, dopo più di un anno, ho scritto il mio primo articolo in due ore senza mai fermarmi, che come avete visto non parla di viaggi, ma di me.

A volte nella vita c'è bisogno di qualcuno che ti dica delle parole che sono giuste in quel momento e questa persona c'è riuscita, mi ha detto ciò che mi serviva sentirmi dire. Non sempre è facile capire che direzione prendere, io oggi ho scelto di sfogarmi e scrivere tutto ciò che avete letto, nudo e crudo, senza ma e senza se. Alcuni di voi si saranno rispecchiati nella mia storia altri avranno riso e altri ancora non mi avranno capito. Ma questo non è importante per me. quello che importa ora, è che io abbia capito cosa voglio fare del mio tempo, oggi ho ricominciato a scrivere e cercherò di scrivere almeno due articoli a settimana, perché nel frattempo ho iniziato a studiare spagnolo e un altro lavoro parallelo a questo, che per me ad oggi non è un lavoro ma un bellissimo hobby!

Voglio dirvi che anche se in certi momenti tutto vi sembra davvero complicato anche solo alzarvi dal letto, è normale e va bene così capita a me, capita a voi, capita a chiunque, siamo umani è normale avere dei momenti no, lunghi o corti che siano, è normale!

Non voglio stare qui a spargere con le mie parole positività e allegria, ce n'è già abbastanza sui social che tutti voi guardate ogni giorno. Quello che voglio dirvi però è questo:

ogni tanto mettete via il vostro cellulare, alzate lo sguardo e date importanza agli affetti e alle gioie che la vita vi regala, non date per scontato una cena con gli amici o un pranzo con i parenti, una cena romantica con il vostro compagno o un bagno da soli nella vostra vasca... inspirate ed espirate la vita chiudete gli occhi e ascoltate i rumori che vi circondano, osservate i colori che avete intorno e quando mangiate assaporate ciò che state mangiando, abbracciatevi di più e vivete come se fosse ogni giorno l'ultimo giorno, perché la vita è un brivido che vola via è tutto un equilibrio sopra la folliaSopra follia!

Ciao e grazie per avermi letto, sono tornata!

La vostra Karennina

Karen P.     14 Dicembre 2022

6 comments on “Perché Travel Blogger”

  1. Carissima Karen che dire …. Devi essere una bellissima persona, semplice ma al tempo stesso piena di vita. Bellissime parole… Hai ragione la vita é una e condivido il tuo pensiero: assaporare tutte le cose belle e farne tesoro perché anche una semplice telefonata ad un’amica a me mette di buon umore e paga più di tutti i like sui social che possono mettere ad una nostra foto pubblicata. Ti seguo perché mi piace il tuo modo di essere. Ti auguro di raggiungere i tuoi traguardi e la prox volta che vengo a Roma ci andiamo a prendere un caffé assieme se ti va.

    1. Ciao Cri, grazie per avermi scritto, e grazie di cuore per le bellissime parole e il tempo che mi hai dedicato. Se verrai a Roma co piacere prenderemo un caffè insieme!

  2. Cara Karen, con la tua purezza sai entrare direttamente nell anima di chi ti legge e non si può non volerti bene. Incredibile come non conoscendoci, riesca a sentirmi così vicina a te. ti supporto su ogni cosa che hai scritto, e ti stimo per la tua forza. Con la speranza di poterci incontrare un giorno in quel di Roma, che è una delle tante cose che ci accomuna, ti auguro il meglio per tutto e per i tuoi progetti futuri. un forte abbraccio

    1. Ciao Martina,
      che bellissimo messaggio mi hai lasciato. E' un articolo che aveva bisogno di essere scritto gia da molto, ma a volte mi blocco e non riescono a uscirmi le parole. In questo periodo mi sento molto ispirata, per questo ho deciso di ricominciare a scrivere sul mio blog, con un articolo che non parlasse solo di viaggi, ma anche di me e di vita. Perché la vita non è sempre sole palme e città da vivere ed esplorare. La vita è quotidianità, affetti e amore per la propria casa e il proprio lavoro. Ormai si pensa solo a scappare, o cercare una vita vista mare, senza pensare, che magari con un avita vista mare i problemi interiori non si cancellano, ma semplicemente si affievoliscono.
      Grazie ancora per aver speso un pò del tuo tempo per leggermi. Lo apprezzo moltissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow me on Instagram



In ogni articolo, racconterò le nostre avventure e disavventure… Vi parlerò dei luoghi che abbiamo visitato e vi darò dei consigli secondo il mio punto di vista, in quanto credo fermamente, che un viaggio è assolutamente soggettivo, ogni persona può vedere, assaporare e vivere lo stesso luogo in maniera completamente differente dal mio.

Benvenuti sul mio Blog di Viaggi…

Karen Pinna


Potrebbe interessarti anche ... 
18 Settembre 2019
Evaneos

Ho sempre cercato, da brava viaggiatrice, di creare i miei viaggi, seguendo le mie esigenze e preferenze, dalla destinazione, alla location alle escursioni... 

Read More
23 Settembre 2019
James Bond Island . Thailandia

James Bond Island, l'ho sempre immaginato come un posto surreale, da vivere attraverso foto e film...

Read More
20 Aprile 2018
Next stop Florida

Next stop Florida ! ....Sono fuori al terrazzo sorseggiando il mio smoothie alle fragole, mi sono connessa a YouTube, e ad accompagnarmi nella scrittura di questo articolo, una canzone speciale, quella che più mi fa pensare a mio fratello... " somewhere over the rainbow " di  Israel  Kamakawiwo'Ole.... Mi tremano le mani dall'emozione, e cerco di […]

Read More
4 Febbraio 2020
Volo in Mongolfiera . Cappadocia

Ho sognato e immaginato questo giorno, per tanto tempo, non sapevo cosa aspettarmi, ma speravo con tutto il cuore di riuscire a volare,

Read More

www.spoonfultravels.com

CONTENT CREATOR: Karen Pinna | LOGO CREATOR:  Altavilla Veronica | WEB DESIGN: Djk Grafica srl Tutti i diritti riservati
Since 2018

Translate »
plane linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram